blog

Ultimo aggiornamento 27 aprile 2018 CNBC) “target =” _ blank “title =” Condividi questo articolo su Facebook

Ultimo aggiornamento 27 aprile 2018 CNBC) “target =” _ blank “title =” Condividi questo articolo su Facebook

Capire chi è responsabile

Quindi di chi ti prendi cura?

Questo periodo di transizione è complicato e coinvolgere le persone giuste, i membri giusti dell’intero team sanitario, nei momenti esatti e nei modi giusti, può essere difficile.

Nella maggior parte dei casi, e giustamente, il team di degenti che si è preso cura di te, non importa quanto amasse prendersi cura di te, non è più realmente responsabile per te e ti considera "restituito" torna al tuo team di assistenza ambulatoriale.

Il tuo medico ambulatoriale e il resto di quella squadra in molti casi non hanno familiarità con la piena portata di ciò che è accaduto durante il ricovero. Nel migliore dei mondi, sono stati in costante comunicazione con il team del ricovero, imparando cosa è successo giorno per giorno e hanno ricevuto un riepilogo delle dimissioni efficace che ha raccolto tutti gli eventi che hanno portato al ricovero, ciò che è emerso durante il ricovero, qual era il harmoniqhealth.com piano al momento della dimissione e quale follow-up era necessario per farti rimanere in sicurezza nel mondo ambulatoriale a cui appartieni.

Spesso questa comunicazione e questo passaggio di consegne sono tutt’altro che ideali e quando noi, i fornitori ambulatoriali, ci vediamo nel nostro ufficio, c’è molto da ricreare la ruota che deve accadere per capire cosa è successo, dove sei ora, cosa possiamo fare per aiutarti a stare meglio ancora.

Per aiutare ad affrontare questo problema, la nostra pratica ha creato un file "appuntamento di dimissione rapida" modello, che è progettato per aiutare a facilitare la transizione dal ricovero ospedaliero al mondo ambulatoriale.

I pazienti che vengono rimandati a casa dall’ospedale – quelli per i quali il team che si prende cura di loro ha ritenuto necessitano di un’assistenza diretta e ravvicinata nei primi giorni dopo il ritorno a casa – vengono accelerati su questi slot per appuntamenti protetti, dove i fornitori possono concentrarsi sull’assicurarsi che le cose continuino sul percorso che tutti avevano in mente per te.

Follow-up non ottimale

Si suppone che ci sia una comunicazione da parte del team ospedaliero, attraverso il riepilogo delle dimissioni, per farci sapere perché il paziente ha bisogno di essere visto nella finestra di 24-72 ore subito dopo essere tornato a casa, quando la maggior parte delle volte tutte le persone lo vogliono davvero non resta che restare a letto, riposare e riprendersi.

Ma se viene fornito un nuovo intervento o trattamento e potremmo aver bisogno di vedere che funziona, allora vale la pena avere un follow-up ravvicinato, più set di occhi che seguono le cose, pronti e in grado di cambiare rotta se le cose non stanno ” t andando come previsto.

Come spesso accade con questi piani meglio preparati di medici e infermieri, abbiamo scoperto che l’attuazione è spesso meno che ottimale, che il nostro vero ideale di come dovrebbe andare questo tipo di appuntamento spesso non è quello che vediamo.

Spesso ci viene detto che il paziente deve essere visitato entro 48 ore e poi quando arriva nel nostro studio non ha problemi, non è cambiato nulla, è tornato completamente alla sua linea di base, non sa perché è qui, e non sappiamo perché sono qui.

La mia versione meno preferita di questi appuntamenti è quando i pazienti arrivano e dicono, "Ho un medico che si prende cura di me da 20 anni e non sei tu. L’ho già vista; Non so perché sono qui – mi hanno solo detto che dovevo venire."

Uno strumento prezioso, ma spesso non applicato con la precisione richiesta.

Come ho accennato in una recente colonna, la nostra istituzione sta anche cercando di impostare il monitoraggio remoto dei pazienti, in cui i pazienti che tornano a casa dall’ospedale continueranno a essere monitorati in un ambiente quasi ospedaliero, con monitoraggio continuo dei segni vitali e supervisione infermieristica continua di questi risultati.

Siamo tutti preoccupati che questo possa essere abusato, che potremmo monitorare ciò che non ha bisogno di essere monitorato, e tutto ciò che sta per fare è generare molti allarmi e sovraccarico di dati che potrebbero non migliorare l’assistenza.

Necessario lavoro di squadra

La selezione del paziente giusto da monitorare, nonché del paziente giusto che necessita di un follow-up urgente, comporterà una comunicazione attiva tra tutti i membri del team attraverso lo spettro di cure.

Dobbiamo costruire un sistema in base al quale l’équipe dei pazienti ricoverati fa sapere all’équipe ambulatoriale cosa sta succedendo e di cosa si preoccupa. Riconosciamo tutti che in questo giorno di supervisione intensiva e monitoraggio della durata del ricovero, vi è la pressione per portare i pazienti fuori dall’ospedale prima in un ambiente che spesso non è idealmente impostato per gestirli nel loro stato attuale.

Ma forse quei pazienti, quei pochi certi, sono pronti per essere inseriti in un sistema con monitoraggio remoto del paziente, supervisione infermieristica e appuntamenti intermedi di dimissione rapida, dove i medici possono concentrarsi sul completamento del lavoro iniziato durante il ricovero ospedaliero, per restituire questi pazienti. al loro stato idealizzato di salute delle cure ambulatoriali.

Se tutto ciò che faremo è monitorare ogni paziente che torna a casa semplicemente perché ha la pressione sanguigna e il polso, allora non saremo in grado di trovare i pazienti giusti che trarranno veramente beneficio da questo modello di cura.

E se vediamo tutti nella clinica per dimissioni rapide da 24 a 72 ore dopo essere tornati a casa, sovraccaricheremo il sistema con pazienti che in realtà volevano solo restare sul divano con i piedi alzati, guardare la TV e prendersi qualche giorno di riposo. lavorare per recuperare.

E ci mancheranno quei pazienti, quei pochi certi, che stanno barcollando sul punto di dover tornare indietro.

Ultimo aggiornamento 27 aprile 2018 CNBC)" target ="_blank" titolo ="Condividi questo articolo su Facebook"> CNBC)&source = MedPage% 20Today" target ="_blank" titolo ="condivisione linkedin">

Una società giapponese offre un nuovo vantaggio ai dipendenti non fumatori, riferisce la CNBC.

È iniziato quando un dipendente non fumatore ha presentato un reclamo sull’impatto delle pause per fumare sulla produttività. I superiori della società di marketing concordarono e offrirono ai dipendenti non fumatori sei giorni di ferie extra all’anno, sufficienti per giustificare le pause per fumare accumulate.

Ma non si tratta solo di correttezza. Piala Inc. sta cercando di incoraggiare i dipendenti a dimettersi.

"Spero di incoraggiare i dipendenti a smettere di fumare attraverso incentivi piuttosto che sanzioni o coercizione," ha detto a un giornalista.

CNBC)" target ="_blank" titolo ="Condividi questo articolo su Facebook"> CNBC)&source = MedPage% 20Today" target ="_blank" titolo ="condivisione linkedin">

Tieni presente che alcuni link potrebbero richiedere abbonamenti.

Abbattere i prezzi elevati dei farmaci è un "massima priorità" per l’amministrazione Trump, ha detto il presidente nel suo discorso sullo stato dell’Unione martedì sera, ma non ha fatto menzione di una completa abrogazione dell’Obamacare. Controlla con MedPage Today per la copertura delle reazioni al discorso di Trump.

Il direttore del CDC Brenda Fitzgerald, MD, stava ancora acquistando azioni di tabacco un mese dopo aver iniziato il suo lavoro presso il CDC, secondo un’indagine. (Politico)

Un antidoto completo di piano di trattamento per la sindrome dell’impostore. (FemInEM)

L’endocrinologo del New Jersey James Kauffman, MD, che era stato accusato di aver organizzato l’omicidio di sua moglie, è stato trovato morto nella sua cella di prigione per un apparente suicidio. (Philly.com)

E in un altro esempio di comportamento medico tutt’altro che esemplare, Fred Gilliard, MD, uno specialista in medicina delle dipendenze nell’area di Columbia, S.C., si è dichiarato colpevole di prescrivere illegalmente oppioidi; i pubblici ministeri affermano che ha anche fatto pressioni sui pazienti affinché facessero sesso con lui. (TheState.com)

Outcome Health, un’azienda di Chicago che posiziona schermi con contenuti educativi negli studi medici, deve affrontare un’indagine interna dopo aver risolto le cause legali degli investitori che hanno affermato di essere stati fuorviati dall’azienda. (Chicago Tribune)

Arno Motulsky, MD, un rifugiato dalla Germania nazista che ha fondato il campo della genetica medica, è morto a Seattle; aveva 94 anni (The New York Times)

Come si svolge un attacco ransomware in un ospedale? Un giornalista di Health Data Management lo scopre.

Le interazioni digitali, sia tramite e-mail che telemedicina, sono il modo in cui sempre più pazienti interagiscono con i loro fornitori. (CNBC)

Un giudice federale dell’Ohio è pronto ad avviare i colloqui per risolvere più di 250 cause legali intentate contro produttori e distributori di droga sulla scia della crisi degli oppioidi. (ABC News)

Morning Break è una guida quotidiana alle novità e agli interessanti sul Web per gli operatori sanitari, alimentata dalla comunità MedPage Today. Hai un suggerimento? Invia a noi: MPT_editorial@everydayhealthinc.com.

Ultimo aggiornamento 31 gennaio 2018

Nelle ultime settimane, anche l’ultima notte, diversi amici e conoscenti mi hanno chiesto consigli per un nuovo medico di base.

Non è così insolito, le persone spesso mi chiedono rinvii a colleghi fidati per prendersi cura di se stessi, di un amico o di una persona cara.

Una delle mie regole dure e veloci nel corso degli anni è stata quella di evitare come la peste di diventare il medico di base per amici, persone significative di amici, colleghi di lavoro o anche conoscenti molto stretti. In qualche modo trovo che questo offuschi i confini tra amicizia e famiglia e il rapporto professionale che penso sia importante mantenere tra un medico e il loro paziente. Ma ne parleremo più avanti in un’altra colonna.

Ciò che sembrava più insolito in queste richieste più recenti è stata la ragione di fondo del cambiamento.

Tutto ciò è dovuto al fatto che la pratica del loro attuale PCP è "andando concierge."

Molte di queste persone mi hanno detto che vedevano il medico solo da un paio d’anni, anche se molti avevano avuto rapporti a lungo termine con loro, e recentemente il loro medico aveva detto loro che a causa dei cambiamenti economici della sanità odierna, o di una nuova partnership presso il loro studio, o un’azienda che ha acquistato il loro studio, stavano passando a un modello di portineria e per continuare a ricevere le loro cure ci sarebbe stato bisogno di un compenso, per alcune migliaia di dollari all’anno.

Molti di questi pazienti potrebbero probabilmente permettersi facilmente di distribuire questo denaro, ma molti di loro sembravano esitare, chiedendosi se fosse "ne e ‘valsa la pena."

Ne ho molti "Voglio dire, mi piace il mio dottore, ma $ 3.000 all’anno solo per poterlo contattare al telefono o vederlo quando sono malato?"

So che riceverò molti commenti su questa colonna da fornitori che lavorano nelle pratiche di portineria, o pazienti che vengono curati secondo quel modello, e so che ci sono certamente alcune pratiche di successo là fuori e alcune chiare vantaggi a questo tipo di modello di cura.